/ Arte

Cerca Texture

Questa attività è stata proposta la prima volta da Bruno Munari, un pittore, designer e sperimentatore di varie forme d’arte, nato a Milano e conosciuto in tutto il mondo.

Per Munari, la fantasia è “tutto ciò che prima non c’era, anche se irrealizzabile“, questo significa che dobbiamo essere liberi di pensare e immaginare quello che ci pare, senza chiederci “ma è davvero possibile realizzarlo?”

Lo spuntino creativo di oggi vi permetterà di scoprire che molti oggetti che vediamo ogni giorno non si distinguono solo per forma, materiale, colore e funzione ma anche per la loro particolare texture.

Ma cos’è una texture?

Texture è una parola inglese che indica la caratteristica di un materiale che viene solitamente percepita al tatto. Per esempio quella di un tessuto, di una lastra metallica, di una foglia, delle pareti di casa.

Come si trova una texture?

Bisogna utilizzare il frottage una tecnica di disegno basata sul principio dello sfregamento. Per applicarla bisogna posizionare un foglio su una superficie e sfregare la carta con un pastello o un colore a cera. Vedrete come la texture nascosta nella superficie comparirà magicamente sul vostro foglio bianco!

La natura, come immaginerete, è piena di texture: la corteccia degli alberi, le foglie, i sassi, non esistono in natura due cose con una texture identica. Ma se cercate bene scoprirete che anche la vostra casa è piena si tante texture nascoste!

Provate a cercarle sulle pareti, sul pavimento, tra gli strumenti in cucina, sui mobili, tra i giochi…Alla fine potrete catalogarle come abbiamo fatto noi e aggiungerne ogni volta di nuove. Che la caccia abbia inizio!

Per risparmiare carta abbiamo diviso un foglio A4 in 8 parti. Da ogni foglio abbiamo così ottenuto 8 piccole tesserine da texturizzare in giro per la casa.

 
Consiglio letterario:
Tutti i libri di Munari sono bellissimi. Sia quelli di teoria che quelli scritti appositamente per i bambini.
Ci sono per esempio le storie illustrate Cappuccetto Bianco, Cappucetto Verde e Cappuccetto Giallo o anche Nella nebbia di Milano.
Sul suo metodo vi consigliamo Fantasia, un libro imperdibile per allenare la creatività e imparare a non porre limiti all’immaginazione.