/ Arte

Ombre cinesi

Il kit di oggi vi permetterà di imbastire uno spettacolo teatrale in casa e portare sulla scena tutti i personaggi che popolano la vostra fantasia. Basta uno scatolone, della carta velina (o carta da forno) e degli stecchini (ma vanno bene anche delle semplici matite).

Raccolto tutto il materiale sarete pronti per creare un teatro delle ombre cinesi, una forma di spettacolo dell’antica e lontana Cina.

Ma prima un po’ di storia.

Una leggenda narra che l’imperatore un giorno perse la sua amata e la disperazione fu tanta che non riuscì a trovare altra ragione di vita. I suoi servitori, nel tentativo di consolarlo, riprodussero la forma del corpo dell’amata in un grande pezzo di legno e la misero dietro le tende della finestra dell’imperatore.

Al sorgere del sole, quando la luce passò attraverso le tende, l’uomo vide la sagoma della ragazza e, pensando che fosse lo spirito della sua amata venuto a dargli conforto, ritrovò la gioia di vivere.

Da quel giorno l’arte delle ombre cinesi fu portatrice di gioia e divertimento. Gli artisti iniziarono a spostarsi di città in città con il loro teatrino ambulante, per intrattenere ed emozionare adulti e bambini lungo l’immenso impero cinese.

Questo kit va bene per tutte le età. I bambini più grandi si posso divertire a creare il teatro e i personaggi mentre per i piccolissimi sarà uno spasso guardare le storie animate da mamma, papà e fratelli/sorelle maggiori.

Ecco le istruzioni

  • Prendete uno scatolone e immaginate che sia una stanza: tagliate via una delle 4 pareti, il pavimento e il soffitto.
  • Aprite nelle altre pareti delle grandi finestre lasciando solo un’unica cornice intorno.
  • Ora create lo schermo. Utilizzate la parete opposta a quella eliminata all’inizio e richiudete la finestra con la carta da forno.
  • Posizionate una luce all’interno dello scatolone, potete utilizzare una torcia da campeggio o quella di un telefonino.
  • Per gli attori e le scenografia, date libero spazio alla vostra fantasia! Basta disegnare le ombre su un foglio e poi ritagliarle ma, se volete fare una prova con le sagome utilizzate nel video, potete scaricare qui il nostro pdf.
  • Se volete potete creare una scenografia fissa, attaccando con la colla degli elementi direttamente sulla carta da forno (nuvole, prato, alberi, edifici).
  • Infine, mettete le sagome su dei bastoncini per poterle muovere facilmente.

A lavoro! Che lo spettacolo abbia inizio…

Consiglio museale: Il Museo Nazionale del Cinema di Torino, ubicato nello strabiliante edifico della Mole Antonelliana, racconta la storia del cinema a partire da pre-cinema e ha una bella sezione dedicata proprio alle ombre cinesi: Museocinema.it
Consiglio letterario: Hervé Tullet , “Il gioco delle ombre” Electa Kids. Un libro da leggere e da proiettare.