/ Arte

Mostri scomposti

Conoscete la storia del dottor Victor Frankenstein? È il protagonista del romanzo horror della scrittrice Mary Shelley, uno scienziato appassionato di chimica e biologia che riesce a dare vita ad una creatura in laboratorio.

Ma sapete come fa il dott. Frankenstein a costruirla? Usa pezzi di cadaveri che ruba nei cimiteri!

Il povero “mostro” prende vita ma, come prevedibile, non ha un aspetto smagliante e anche se all’inizio è buono e gentile, sentendosi schernito e allontanato da tutti, diventa aggressivo al punto tale da uccidere anche il suo creatore. È una storia triste ma nasconde un messaggio positivo: tutti di natura hanno un cuore buono e nessuno va giudicato solo per l’aspetto esteriore.

Tranquilli, i vostri mostri scomposti non si ribelleranno! Sono buoni e gentili e, se li tratterete con affetto, saranno degli ottimi compagni di gioco.

Questo kit si ispira ad un gioco molto conosciuto in Francia. Noi lo abbiamo chiamato il gioco dei mostri scomposti perché l’obiettivo è creare dei personaggi buffi mettendo insieme parti indipendenti, proprio come fa lo scienziato del romanzo.

Se non vi piacciono i mostri, potete usare lo stesso metodo per creare principesse, animali fantastici o robot. Quando sarete esperti potrete dividere il corpo in molte più parti per esempio: capelli, testa, collo, busto, gambe e piedi. Buona creazione!

  • Il gioco si fa in coppia e si parte disegnando, sulla parte alta di un foglio, la testa del mostro.
  • Una volta disegnata la testa, il giocatore deve ripiegare la parte di foglio con il disegno, in modo tale che non sia più visibile.
  • Poi passa il foglio all’altro giocatore che deve disegnare il busto senza vedere la testa e poi ripiegare nuovamente il foglio.
  • Infine un altro giocatore disegna le gambe senza aver mai visto il resto del corpo.
  • Alla fine si rimette il foglio ben disteso per scoprire la creatura mostruosa venuta fuori!

Alla fine, tutti i giocatori potranno decidere insieme un nome da dare alle loro creature. Qui di seguito vi presentiamo Il ciclope muscoloso e Il tripede con cerume.

Consigli letterari:

Julia Donaldson e Axel Scheffler, “Il Gruffalò”. Il mostro per eccellenza, il più amato da noi a da tutti i bambini.

Paul Van Loone A. Scheffler, “La guida dei mostri”. Per conoscere proprio tutti le creature più spaventose.

Maurice Sendak, “Nel paese dei mostri selvaggi”. Un capolavoro tra gli albi illustrati, per affrontare i mostri nascosti dentro di noi.

PER I GRANDI: Mary Shelley, “Frankenstein”. L’immortale storia del mostro più famoso del mondo e del suo creatore.